Come Pulire Il Barbecue

barbecue da pulire

Molti pensano che griglie e barbecue non necessitino di molta pulizia perché le alte temperature raggiunte in cottura uccidono tutti i batteri.
È un modo di pensare errato: si, i batteri muoiono a quelle temperature, ma per garantire lunga vita al barbecue e condizioni di cottura igieniche, il barbecue va pulito spesso, possibilmente dopo ogni uso.

Guida Alla Pulizia del Barbecue

Come fare: innanzitutto, molti barbecue hanno nel loro manuale di istruzioni una sezione per la pulizia, cui vale la pena dare un occhiata. Ma il manuale si sa, spesso va perso, o se si acquista online può essere in lingua straniera. Alcuni manuali inoltre suggeriscono l’uso di prodotti chimici, che invece noi vivamente sconsigliamo, in quanto potrebbero lasciare residui sulla griglia che rischierebbero di alterare i sapori dei cibi o anche di renderli tossici. Inoltre molte paste abrasive che spesso sono consigliate per questo tipo di pulizia rischiano di graffiare griglie e superfici di cottura.

1

AGISCI IN FRETTA

Innanzitutto, per la pulire bene la griglia, si consiglia di farlo quando è ancora tiepida. Questo perché in questo modo i grassi residui, non essendosi ancora solidificati, saranno più facili da rimuovere.

Per fare ciò basta un panno di cotone, o, in alternativa, dei fogli di giornale.

2

SOLUZIONE SGRASSATRICE FATTA IN CASA

Una volta fatto questo, suggeriamo di applicare una soluzione di acqua e aceto o acqua e bicarbonato. Aceto e bicarbonato sono entrambi sostanze con proprietà sgrassanti ed igienizzanti, e hanno il vantaggio di non essere dannose per la salute, quindi non c’è da preoccuparsi di eventuali residui sulle superfici di cottura. Tale soluzione può essere applicata con un pennello o un panno, possibilmente di cotone.

3

I CASI PIÙ OSTINATI

In caso di griglie molto incrostate sarebbe ideale immergerle in questa soluzione e lasciarle a bagno per una mezz’ora, ma ovviamente dipende da quanto è grande la griglia e da se si ha a disposizione un contenitore adatto.

Altrimenti si lascia agire la soluzione per qualche tempo per poi utilizzare una spazzola di metallo o una paglietta per grattare via le incrostazioni. Questa sequenza di operazioni è adatta anche alle piastre di cottura in metallo, anche se in questo caso si consiglia un raschietto per rimuovere le incrostazioni, sia prima che dopo aver applicato la soluzione di acqua con aceto o bicarbonato.

4

RISCIACQUARE

Dopo aver effettuato la pulizia bisogna risciacquare con abbondante acqua e far asciugare. Si consiglia di usare delicatezza ed attenzione durante l’uso di strumenti come raschietti, spazzole di metallo e pagliette di acciaio poiché le superfici di cottura, specialmente le piastre in metallo o in porcellana, se graffiate tendono a perdere le loro proprietà antiaderenti.

Avvertenze speciali per i barbecue a carbonella

I barbecue a legna e carbonella vanno anche ripuliti dei residui dei materiali di combustione. Per fare ciò si consiglia di farli raffreddare almeno una notte. Se si ha urgenza, si può avvolgerli in un paio di strati di fogli di alluminio e raffreddarli facendogli scorrere sopra acqua fredda. Lasciarli nell’ alluminio quando si gettano via è una buona idea, in quanto cosi facendo si azzera il rischio che un tizzone ancora acceso entri in contatto con carta o altri materiali infiammabili presenti nel contenitore dove li si getta.

Infine, se si tiene il barbecue fuori il balcone, in giardino, o comunque all’aperto, è buona norma coprirlo, sia per evitare gli insetti, che potrebbero essere attratti da odori e residui di cibo, e sia perché la pioggia che vi cadrebbe su finirebbe per generare ruggine.


Ti potrebbero anche interessare

weber compact kettle
Tepro 1038 Wichita aperto
Campingaz Adelaide Woody 3
Come Pulire Il Barbecue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *